MiCROTEC - Woodeye Crosscut: Hohmann Holzindustrie - 100% soddisfatti

Woodeye Crosscut: Hohmann Holzindustrie - 100% soddisfatti

La Hohmann Holzindustrie di Geisa/DE ha esigenze particolarmente elevate quando si tratta di rilevare automaticamente i difetti. L'azienda turingia ha quindi bisogno di un partner affidabile nel campo della tecnologia degli scanner e ha ripetutamente optato per gli scanner Woodeye di MiCROTEC.
Woodeye Crosscut: Hohmann Holzindustrie - 100% soddisfatti

Paese

Germania

Cliente

Hohmann Holzindustrie

In qualità di produttore di pannelli in legno massiccio incollato per l'industria delle scale e delle cucine, la Hohmann Holzindustrie di Geisa/DE ha standard particolarmente elevati quando si tratta di rilevare automaticamente i difetti. L'azienda turingia ha quindi bisogno di un partner affidabile nel campo della tecnologia degli scanner e ha ripetutamente optato per gli scanner Woodeye di MiCROTEC.

Nell'estate del 2022, Wolfgang Hohmann, proprietario e amministratore delegato di Hohmann Holzindustrie, ha investito in una nuova linea di taglio. Nell'ambito dell'investimento è stato sostituito anche lo scanner esistente. La prima macchina è stata consegnata già nel 2008. La nuova Woodeye Crosscut è già la quarta del suo genere ad essere installata a Geisa, al confine tra Assia e Turingia. "Il modello precedente era del 2018, quindi tecnicamente non dovevamo aggiornarlo. Tuttavia, siamo riusciti a vendere l'intera linea di taglio, compreso lo scanner", racconta Hohmann a proposito dell'ultimo investimento e aggiunge: "Quando è stata presa la decisione di investire, per noi è stato chiaro fin dall'inizio che avremmo lavorato ancora con MiCROTEC, perché siamo stati soddisfatti al 100% in tutti questi anni".

Beneficiare delle sinergie

Una differenza tra la vecchia e la nuova macchina è l'aspetto dello scanner, che è l'ultima generazione di scanner MiCROTEC. Le filiali MiCROTEC Linköping/SE e MiCROTEC Rosenheim/DE sono state le principali responsabili della consegna dello scanner. "La nostra filiale tedesca, in particolare, è molto importante per noi, semplicemente per la lingua e la vicinanza ai nostri clienti di lingua tedesca", spiega Peter Hagnberger, CEO di MiCROTEC Rosenheim, e aggiunge: "Nel gruppo MiCROTEC mettiamo insieme le nostre competenze e i nostri punti di forza e possiamo stabilire nuovi standard, soprattutto nella ricerca e nello sviluppo."

Il software come fattore decisivo

Oltre all'aspetto estetico, l'ultima generazione di scanner è migliorata molto: "Il nuovo modello è ancora più efficace nel rilevare nodi e crepe", afferma Hohmann, che è soddisfatto delle prestazioni. Secondo Hagnberger, questo miglioramento è principalmente il risultato del costante sforzo per sviluppare ulteriormente il software: "I programmi intelligenti, che vengono eseguiti in background, sono fattori chiave per il rilevamento affidabile dei difetti nel legno. Insieme a elementi hardware all'avanguardia, i nostri scanner offrono risultati di scansione e ottimizzazione perfetti".

Interazione perfetta

Lo scanner Woodeye utilizza diverse telecamere, sensori e laser su ciascun lato dell'elemento per scansionare la superficie del legno in modo dettagliato e identificare nodi, crepe, calare, scolorimento e altri difetti del legno. "Naturalmente la tecnologia in sé è fondamentale, ma è il posizionamento dei singoli sensori all'interno dello scanner a fare la differenza. È qui che entriamo in gioco noi, con la nostra esperienza decennale nella costruzione di scanner", spiega Hagnberger.

Un'altra caratteristica speciale della macchina installata presso Hohmann Holzindustrie è la possibilità di avere un mix di larghezze. Durante la produzione, elementi di diverse larghezze passano attraverso lo scanner uno dopo l'altro senza dover modificare alcuna impostazione. "L'unità di alimentazione esegue automaticamente la scansione della larghezza degli elementi. Poi, la telecamera laterale all'interno dello scanner si sposta in pochi millisecondi". All'epoca, Hohmann è stato uno dei primi clienti per cui abbiamo integrato questa tecnologia nello scanner", ricorda Hagnberger.

Personale addestrato

"Per ottenere il massimo dallo scanner, è necessario personale addestrato che comprenda la macchina e sia in grado di utilizzarla", afferma Hohmann, parlando per esperienza. Per lui e il suo team, ricevere lo scanner Woodeye numero quattro ha significato un quarto evento di formazione in loco a Linköping.

 

"Il nostro referente e project manager presso MiCROTEC svolge un ruolo centrale. Ascolta sempre le nostre preoccupazioni e le nostre esigenze. Durante l'evento di formazione, abbiamo capito insieme cosa è importante per noi e come possiamo utilizzare lo scanner per raggiungere i nostri obiettivi", afferma Hohmann. È molto soddisfatto del pacchetto di servizi e assistenza fornito dal produttore dello scanner. "Lavoriamo con Hohmann da molti anni e abbiamo potuto approfondire i dettagli durante la formazione perché gli operatori avevano già le conoscenze di base", aggiunge Hagnberger.

 

L'articolo completo di TIMBER-ONLINE è disponibile qui.

»Quando è stata presa la decisione di investire, per noi è stato chiaro fin dall'inizio che avremmo lavorato ancora con MiCROTEC, perché siamo stati soddisfatti al 100% in tutti questi anni«

Wolfgang Hohmann

Proprietario e amministratore delegato di Hohmann Holzindustrie